Liberamensa. Ristorante in carcere

Liberamensa nasce nel 2008 dalla scommessa della cooperativa Ecosol di coniugare offerte di qualità nel campo della ristorazione con un concreto impegno sociale: quello di offrire opportunità di reinserimento, attraverso la formazione ed il lavoro, a persone in stato di detenzione.
In questa logica sono nati servizi di catering e di gastronomia, un panificio, “Farina nel sacco”, che ha anche un punto vendita in Torino in via San Secondo 10/F, ed un vivaio in cui si produce zafferano: tutte attività e prodotti da noi realizzate all’interno del carcere non in una logica di assistenza, ma di vero confronto con il mercato esterno.

A fianco di queste produzioni Ecosol, insieme alla Direzione dell’Istituto, ha deciso di aprirsi ulteriormente al territorio con un nuovo progetto: Liberamensa, Ristorante in carcere.

Scarica il Comunicato Stampa